Francesca Quetti

t1.jpg


La  mia esperienza teatrale inizia all’incirca  quando avevo 7 anni . comincia facendo i primi “spettacolini canori” , con parecchie mie coetanee e miei coetanei . Vedo che, lo stare sul palco davanti alla gente , è una cosa che mi piace . dunque provo a mettere piede nel mondo , non solo musicale, ma anche teatrale. Infatti almeno una volta alla settimana  mi recavo al teatro per fare le prove. Inizialmente si trattava di leggere il copione , studiare un po’ le battute  assegnate ecc…. poi una volta  che capivamo come muoverci  sul palco  allora era li che strutturavamo la scena  vera e propria, le prime volte  che presentavamo uno spettacolo  era sempre una grande emozione, soprattutto da piccola, quando sapevo che a guardarmi  c’erano i parenti e allora cercavo di non sbagliare  per non fare qualche “ figura”. Crescendo c’è stata l’occasione di scrivere una commedia tutta nostra , un copione  che, al contrario  di come era prima , non ci veniva proposto , ma  avevamo l’opportunità di scriverlo  di nostro pugno. Con il gruppo adolescenti , infatti, ci siamo dati da fare  per organizzare “ DOVE TROVANO POSTO I SOGNI” , uno spettacolo  che sentivamo proprio nostro  dalle musiche, agli scenari, alla trama. Eravamo parecchio soddisfatti  del risultato ed eravamo veramente  un gran bel gruppo, tanto che  abbiamo pensato  di proporre la commedia  anche nei teatri  della Valle che ospitavano cortesemente. Devo dire che oltre a divertirci  e arricchirci, il fatto di  creare il tutto dal niente, fare le prove ecc… lo stare insieme insomma, era  davvero un bel modo  per crescere insieme, per non perderci!!!  Ma , bando ai ricordi , il teatro è sempre stato  un modo  anche per  esporre la mia passione  che è il canto. Se c’era qualche canzone da fare, mi proponevo sempre , come solista oppure in gruppo. Alla fine, dopo  i vari spettacoli  fatti sia qui ad  Artogne  che negli altri teatri , mi resta qualcosa di bello. Conservo ancora gli attestati  dei concorsi provinciali a cui abbiamo partecipato, era una soddisfazione  vedere il nostro impegno veniva riconosciuto. Nonostante sia passato del tempo avrò sempre un buon ricordo  del periodo del teatro , degli spettacoli , degli applausi, degli amici… Devo ringraziare loro se mi sono trovata così bene in questa  esperienza… e se ripensandoci viene un po’ di malinconia  , mi dico: “ ci troviamo tutti insieme  per fare almeno una cantata?” 

 

franci .jpg


Francesca Quettiultima modifica: 2012-07-24T06:40:25+02:00da teatroartogne
Reposta per primo quest’articolo

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.